La lotta per le antiche foreste di Fairy Creek

Fotografie di Jennifer Osborne
Reportage da Fairy Creek, dove oltre mille attivisti proteggono le foreste vetuste dal logging, nel più grande atto di disobbedienza civile nella storia del Canada.

10 minuti | 13 Maggio 2022

Dal mese di agosto del 2020, accampati a blocchi in tende e veicoli lungo una serie di strade remote dell’isola di Vancouver, in British Columbia, i difensori della terra proteggono le foreste secolari intorno a Fairy Creek. Le autorità hanno chiesto agli attivisti di lasciare l’area il 1 aprile 2021, dopo che Frits Verhoeven, giudice della Corte Suprema della British Columbia, ha approvato un’ingiunzione presentata dal Teal-Jones Group.

L’attuazione della legge è iniziata quasi sette settimane dopo: da allora ci sono stati mesi di tensioni con la polizia e nell’agosto 2021 il blocco di Fairy Creek è diventato il più grande atto di disobbedienza civile nella storia del Canada. Sono oltre 1100 gli attivisti arrestati dal mese di Maggio del 2021 e al momento del rinnovo l’ingiunzione legale è stata ritirata. Infatti, il giudice Douglas Thompson ha stabilito che la cattiva condotta della polizia a Fairy Creek ha disonorato i tribunali canadesi. Ma su ricorso del Teal-Jones Group, la Corte d’Appello della British Columbia ha ripristinato l’ingiunzione. 

Le foreste intorno a Port Renfrew sono le ultime foreste costiere del loro genere sul pianeta.

L’ambiente prezioso di Fairy Creek

Anche un solo albero a Fairy Creek, sostengono gli ambientalisti, è un vasto villaggio di piante e animali, tra cui specie minacciate come l’urietta marmorizzata e varie forme di licheni.

Le foreste intorno a Port Renfrew – una città che di recente si è autoproclamata “Capitale degli alberi alti del Canada” – sono le ultime foreste costiere del loro genere sul pianeta. Sono foreste pluviali temperate, ecosistemi unici caratterizzati da precipitazioni abbondanti ma che, a differenza delle foreste pluviali delle zone tropicali, si trovano nelle zone a clima temperato. Quelle della zona di Fairy Creek sono tra le ultime foreste pluviali temperate dell’emisfero boreale e di tutto il pianeta.

Gli appassionati di grandi alberi vi hanno trovato esemplari di abete canadese occidentale di dimensioni eccezionali, abeti di Douglas e cedri gialli. Alcuni di questi alberi, che hanno più di 1500 anni, sono le forme litoranee più longeve del Canada. 

Per i difensori della terra, ogni secondo di resistenza è importante, dal momento che ci vogliono solo pochi minuti per abbattere un albero di 1500 anni. E una foresta di questi alberi è un vasto sistema di depurazione che sottrae dall’atmosfera l’anidride carbonica che riscalda il clima.

fairy creek

Ceppi tagliati. In quest’area ci sono ancora alberi antichi che sono però a rischio di abbattimento. Il picchetto che esisteva vicino a questa zona è stato forzato nel maggio 2021, il che significa che ad oggi non ci sono blocchi che proteggono quest’area. 15 maggio 2021. Nei pressi del lago Cowichan, nell’area di Cayacuse, Canada.

fairy creek attivista

Una donna si appoggia a un albero che è stato tagliato di recente, prima dello scatto di questa foto. Lo ha trovato insieme a un gruppo di difensori della foresta che hanno bloccato la strada utilizzata dai taglialegna. 17 maggio 2021. Nei pressi di Port Renfrew nel blocco di taglio “BD 2000”, Canada.

Una giovane donna si incatena a terra, in quello che viene chiamato Drago dormiente. Si tratta di un tubo in PVC nel terreno con una maglia di catena alla base, al quale i difensori della foresta legano le braccia. È stata poi spostata da una squadra di estrazione. 8 giugno 2021. Nei pressi di Port Renfrew, Canada.

fairy creek

I difensori della terra cercano di spostare un ostacolo sulla strada prima dell’arrivo della polizia. Il loro obiettivo è sempre quello di guadagnare tempo per gli alberi, bloccando i veicoli che percorrono le strade di disboscamento. 22 agosto 2021. Nei pressi di Port Renfrew, Canada.

eden grove

Un gruppo di attivisti e attiviste protegge la zona chiamata “EDEN GROVE”. Incrociano le braccia perché un individuo ostile ha tentato di superare il blocco. La situazione è degenerata e il visitatore ha urlato e tentato di spingere alcuni degli attivisti che si sono uniti per difendere questa terra. 23 maggio 2021. Vicino a Port Renfrew, Canada.

fairy creek blockade

La polizia rimuove un attivista da un tri-pod, una struttura a tre gambe realizzata dagli attivisti. Lo scopo del tri-pod è quello di impedire ai macchinari pesanti di accedere alla strada. Questo picchetto bloccava le strade che portano all’area forestale principale di Fairy Creek. 11 giugno 2021. Nei pressi Port Renfrew, Canada.

fairy creek

Un gruppo di difensori della foresta intona un canto di sostegno per gli attivisti che sono rimasti bloccati su un tri-pod nella strada sottostante. Li guardano mentre li estraggono dai blocchi e applaudono. 8 giugno 2021. Fuori da Port Renfrew, Canada.

fairy creek

Un’attivista viene arrestata. Questa scena ritrae un arresto su larga scala in cui molti difensori della foresta sono stati colpiti con spray al peperoncino per aver intrapreso un’azione “blob”. Per azione “blob” si intende quando un gruppo di manifestanti unisce le braccia e cerca di attraversare una linea di esclusione come forma di disobbedienza civile. 21 agosto 2021. Nei pressi di Port Renfrew, Isola di Vancouver, Canada.

fairy creek

Due difensori della terra alzano il pugno in segno di solidarietà per la protezione dell’antica foresta. Hanno partecipato agli accampamenti prima che iniziassero gli arresti all’interno della zona di ingiunzione. 12 maggio 2021. Nei pressi di Port Renfrew, Canada.

fairy creek

I difensori della terra siedono sulla strada, circondati da rami che hanno posizionato lì attorno, al fine di impedire ai taglialegna di entrare nelle foreste. 14 giugno 2021. Nei pressi di Port Renfrew, Canada.

fairy creek

Un’attivista taglia legno di ricrescita, proveniente da alberi già tagliati, che brucerà per riscaldarsi. I manifestanti non si oppongono al taglio del legno di ricrescita, ma all’abbattimento degli alberi antichi. Giugno 2021. Nei pressi di Port Renfrew, Canada.

fairy creek

Una donna viene arrestata per essersi incatenata alla “lastra” di un grande albero (una sezione di un ceppo) che si vede dietro di lei. Stava bloccando una strada che conduce a foreste secolari attualmente non ancora disboscate, anche da quando la polizia ha smantellato il loro picchetto. 19 maggio 2021. Nei pressi dal lago Cowichan, Canada.

fairy creek

Un difensore della foresta siede nel bosco per meditare vicino a un albero molto grande. 12 maggio 2021. Fuori Port Renfrew, Canada.

fairy creek

Una donna prende parte al blocco stradale per dare il suo sostegno ai difensori della terra durante gli arresti. Gli attivisti stavano bloccando le strade per impedire ai taglialegna di entrare nelle aree delle foreste secolari. 24 maggio 2021. Area di Fairy Creek, Isola di Vancouver, Canada. 

fairy creek

Un gruppo di difensori della foresta ha oltrepassato una linea di polizia, una linea gialla chiamata “zona di esclusione”. Hanno camminato con lo scopo di riprendere un blocco, o almeno di far capire che le “zone di esclusione” non sono accettabili. Questo è accaduto circa una settimana dopo che il blocco di Cayacuse è caduto per mano della polizia e dell’industria. 22 maggio 2021. Fuori dal lago Cowichan, nell’area di Cayacuse, Canada.

fairy creek

Un difensore della terra si incatena a un autobus per bloccare la strada in modo che i taglialegna non possano accedere alle foreste secolari. Altri membri del blocco hanno acceso dei fumogeni, in modo che la loro troupe cinematografica interna potesse documentare l’accaduto con un video sui social media. La troupe era proprio accanto a me. Maggio 2021. Fuori Port Renfrew, Canada.

Se ti è piaciuto questo articolo, iscriviti alla Newsletter.
Potrai partecipare alla crescita di RADAR e riceverai contenuti extra.

Sostieni RADAR Magazine

Il nostro obiettivo è raccontare gli effetti della crisi climatica sul mondo che ci circonda, in modo accurato e accessibile: per questo i nostri articoli non hanno un paywall. Aiutaci a garantire l’accesso libero al giornalismo di qualità, per tutti.

  • Jennifer Osborne

    Jennifer Osborne è una fotografa canadese. I suoi lavori sono stati pubblicati su Stern, Vice, The Sunday Times, GQ, Mother Jones, Esquire, Vanity Fair Italy e IoDonna e altre testate. Attualmente sta frequentando un Master di Giornalismo alla Ottawa Carleton University.

    Instagram | Website

CORRELATI