La Pinna nobilis è il più grande bivalve del Mediterraneo. In meno di cinque anni è quasi scomparsa dai nostri mari. Una storia che ci ricorda la complessità del nostro ruolo ecologico per l’ambiente marino.

Solo di recente la comunità scientifica si è concentrata sul riscaldamento anomalo dell’oceano. Simona Simoncelli, ricercatrice INGV, ci spiega come la temperatura degli oceani sta cambiand, e perché gli effetti saranno particolarmente forti sulle coste del Mediterraneo.

Un recente focolaio di herpesvirus equino, scoperto nel corso di una serie di gare a Valencia, ha suscitato una particolare preoccupazione per il grande numero di animali colpiti. E ha fatto emergere il ruolo dei trasporti come vettore dei virus.

Un cortometraggio di Paolo Rossi e Nicola Rebora mostra le rare immagini del gatto selvatico sull’Appennino ligure, grazie a un paziente ed esperto lavoro di ricerca.

Le restrizioni del 2020 sono state un’occasione storica per osservare gli effetti della cessazione improvvisa delle attività umane sull’ambiente e la fauna selvatica. Una mappa interattiva racconta i risultati di ricerche condotte in tutto il mondo.

Costruito all’interno di un parco divertimenti, l’hotel è dotato di camere con vista su un recinto di orsi polari. L’operazione ha risollevato le polemiche sull’adeguatezza delle leggi cinesi per la protezione degli animali.

I benefici del piantare alberi sono ormai riconosciuti. Ma limitarci a piantare molti alberi non ci salverà: occorre sapere cosa, dove e come piantare.

La conservazione di specie in pericolo all’interno di parchi faunistici e acquari solleva dubbi sul benessere degli animali. Le norme e gli standard etici a cui sono sottoposti i centri (in gran parte, su base volontaria)

Il gatto di Pallas è un felino notturno e schivo che vive nelle steppe dell’Asia centrale. Gli studi su questo animale sono pochi, e valutare il suo stato di conservazione è difficile.

L’arte generativa di Sofia Crespo, in cui si incontrano mondo naturale e mondo digitale.